Nel perenne…

In un continuo muoversi

il mare…esprime se stesso

nel perenne suo mutare

…colore e lucentezza

nel divenire perpetuo

cosi’ esplicativo di cambiamento

che…nell’osservarlo

si gusta il lasciarsi cullare

da quella amichevole sensazione

d’abbandonarsi dentro esso

con uno sguardo illimitato

che ne segna la profondita’

per quel che non si riesce a fare

in quel gioco dell’abbandono

…nel lasciar andare via

ogni cruccio che diventa inezia.

E’ una lezione continua

la natura cosi’ espressiva

di cio’ che puo’ gratificare

l’attimo di coerenza espresso

con il piglio d’un bambino

che impara le lezioni sempre

nello sperimentare una scoperta

atta a magnificare la sua intuizione

segno della curiosita’ nello scoprire

il mondo intorno e poi se stesso

con l’innocenza naturale

che prevede un’approvazione

collaudata da un’intelligenza

cosi’ insita in ogni umano…

 

  (316)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag