Eppure…

La natura…mai statica

in ogni suo esistere

appare…nella bellezza

come un richiamo silenzioso

…ad aprirsi alla vita

con la stessa bellezza insita

in ogni sua manifestazione

…con l’effetto d’uno strattone

…con l’effetto d’una potenza inaudita

nella capacita’ di parola in azioni

che pur restano li’…in sospensione

che pur restano…non ascoltate

che pur restano…statizzazioni  di freddezza.

Scioglimento della propria essenza

e’ quello spazio interiore infuso

nella solidificazione imperterrita

di tanto vigente spreco evidente

…dal mai piegarsi alla propria essenza

cosi’ che possa esistere in liberta’.

Eppure…ognuno sa di conoscerla

…quella vivezza d’abbandono

…quella percezione viva di vibrato

…quell’emozione che resta senza attenzione

…quella musicalita’ d’altro posseduto

…quella lettura incondizionata dall’amore

…quella sinuosita’ d’un percorso pieno

…quel fruscio che pare trasposizione

…quell’accorgersi palesato e respirato

…quella luce che pare luccichio d’altro

…quell’eterno che e’ sottigliezza dell’infinito.

 

 

  (251)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag