C’e'…

A volte le trasparenze

creano l’alternanza

d’uno specchio oscurato

dalle correnti misteriose

ch’esistono nell’ampiezza

d’un profondo argenteo

che…di primo mattino

ricopre il mare

fino in fondo…laggiu’.

Laggiu’…c’e’ ancor piu’

nel silenzio che regna

che sembra infittirsi

in quel mistero del lontano

che sembra cosi’ riavvicinarsi

d’un “mistero” presente

che congiunge il luogo

nella spazialita’ infinita.

Brezza e’ intensa

rendendo quell’inspiegabile

corrispondente all’alito

la forza che muove tutto

anche me…cosi’ ferma

e…prendo sembianza diversa

come esser liberata

da un corpo reale

nella frescura aleggiante

che trasporta laggiu’…lontano.

E’ un lontano che m’appartiene

uguale al vicino d’attimo

che respiro nel vento amico…

 

 

  (231)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag