Del pensiero…

I vocii del pensiero

diventano pietre da trasportare

…proprio nel fondo del nulla

per il valore “zero”che posseggono

quando allontanano

nel…quasi sempre…unificante

il canto d’anima purezza

che…riesce da solo

a trasportare ogni singolo

nel posto regale che ci spetta.

E’ una spettanza da rispettare

quella propensione cosi’ personale

a dare predominio assoluto

ed e’ conquistatrice d’eccellenza

che rende quella soffusa espansione

vera felicita’ di per se’

liberata nella semplicita’

…di condensare se stessi

in quell’aldila’ terreno

portante proprio altrove.

E’ cosi’ come appiattire

quella meschinita’ d’animo

che sempre e’ in qualche modo

pronta a sciupare l’attimo

nel momento che lo accogli

e…sembra trasportare la disistima

cosi’ imperativa nel nascosto

che e’ la pesante ancora zavorrata

che ci tiene fermi  e saldi

nella posizione umana…

 

 

  (259)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag