In tre…

Passeggiano…in tre

su di un deserto spiaggioso

non invaso piu’ da persone

con movimenti di curiosita’

verso un silenzio profondo

spaccato solo dal fragore

…d’onde un po’ alterate

nell’assetto del suo incedere

il proficuo modo d’esistere

per dare ritmo all’infinito.

Passeggiano…in tre

cercando pezzetti affondati

di prelibata varieta’

infilata in fondo ed in superficie

da cio’ che e’…rimanenza residuale

di quelle distratte mani umane

che hanno lasciato la loro traccia.

Si riempiono di sparsi resti

e poi…spiccano spediti il volo

verso il cielo cosi’ grande

nel suo immenso raccolto da sguardo

mai del tutto esauriente d’assetto

perche’ ne contiene solo un minimo

mentre il limite frapposto da visuale

adombra l’idea della spazialita’

quella che…anche senz’ali…ha capacita’

d’esplorarne tutta l’ampiezza

oltre il limite d’ogni impedimento

che ottempera la sua funzione

proprio per limitarne il volo…

 

  (283)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag