Pacioso…

Pacioso dell’istante d’ora

dopo una notte pensierosa

rivolta al dilemma esistenziale

d’aiutare che non vuole affatto vita

lasciato andare…verso la morte.

Salvare chi non vuole

e’ l’impresa delicata

mai compresa nel sembrare abuso

di quell’amore che nasce dentro

d’esser per lo meno una che s’accorge

dell’abuso perpetuato ai propri spazi

permeati da quegli abusi altri

che dovrebbero dettare di ritrovarsi

perche’ non c’e’ piu’ sordo

…di chi non vuole sentire

ne’ piu’ cieco di chi

…non vuol guardare

per cio’ che non compete a me ne’ a nessuno.

Ma..se cio’ diventa un dettato

che parte proprio dal rispetto

verso la vita che mai dovrebbe essere

…quella morte non naturale

dentro le dittature nelle dipendenze

…che fuorviano gli istinti di vita

mentre si dilemma il dramma

d’un annunciato desiderio inconscio

d’esser propensi a perdere l’intelletto

quando s’abusa…nell’ignorare

quel compito personale d’amore

che annulla ogni ambiguita’

nella direzione guidata dall’anima

che non sa ragionare ma…essere…

 

  (340)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag