Solitaria barchetta…

Solitaria barchetta

seguita dalla sua scia

che…sembra sparire altrove

poiche’ e’ lento il passare

nella conciliante passeggiata

che…la riempie d’appagante

come se…quel lento andare

fosse il ritmo fatato

che diventa all’improvviso

…emozione da non condividere

per quanto quella solaggine

sembra compagnia d’altro.

E’ un cogliere soffuso

d’un ritmo diveniente

d’ogni assaggio che calibra

quella potenza aprente

alla scoperta del perduto

attraverso la distraente visione

di vivere cosi’…conciliando

la vera essenza dell’immenso

dentro il sole che alto segna

…la via di luce accecante

mentre s’avvia nel tacito di se’

a chiudere il sipario d’un giorno

alquanto ricco di canto vero

trasportoso di afflato magicoso

d’innanzi ad ogni forma viva

che vive nell’eterno d’ogni passo

soli…come la barchetta schiva

a cercar forse chissa’…

 

  (228)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag