Cara…

Cara madre e’ l’ora

quella della dipartita

di cui hai paura tanto

e che…comunque ti libera

di tutte le angustie umane

di tutti i dolori umani

di tutti gli attaccamenti umani

di tutta la pochezza umana.

Eppure hai vissuto come una regina

nel dolore immenso comprovato

da una vita intera cosi’ intessuta

di mancanza e di non amore

quello che oggi…forse ora proprio

che ti rende vicina alla verita’

d’un lungo percorso cosi’ in salita

dove da sola hai tentato di percorrere

come tutti sai…come tutti.

E’ la vita cosi’

un’inizio ed una fine

ma resterai impressa come luce

quella che mi hai donato…la vita

quella che ora ti rende Grande

quella che ora sara’ in te come simbolo.

E’ la vita…cara la mia mamma

un lungo tratto da fare per evolvere

e tu ora sei al traguardo e..non aver paura.

Incontrerai l’amore quello terrestre e quello divino

vicina alla purezza della tua anima ancor candida

come una bimba che ha coraggio e certezza

che quando si e’ qui…non si capisce

finche’ si e’ contornati da quella unica presunzione

che ci permette d’essere proprio per cio’…umani.

Verrai da me e rideremo tanto della sciocchezza

quella che a volte unisce le piccole faccende  ricordanti

un legame forte e saldo di parole mai dette per stupidita’

quella che pare divisoria ma invero c’appartiene umanamente.

Buono viaggio…t’aspetto mentre ti saluto con una mano

ciao…ciao…ti voglio bene anzi t’amo di me…

 

 

 

  (321)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag