Francesca…

La dolce nonnina

canta e canta sempre

come se attraversasse il tempo

quello vissuto d’altri tempi

dov’era fanciulla di spensierato

dov’era moglie e madre di responsabilita’

sempre e sempre con la dolcezza.

Spesso mi chiama figlia

e…stamane invece mi dice sorella

e…colma cosi’ i miei vuoti d’amore

regalandomi un qualcosa che manca

con la sua dolcezza innata

mentre canta e canta e…crea armonia.

E’ sempre presente al suo mondo

nella modalita’ che conosce

con la leggera carezza che porge

al di la’ di vane parole.

Eppure non c’apparteniamo

anche se forse ci siamo compenetrate

attraverso cio’ che l’onore della vita

dona a chi sa apprezzare l’intensita’

e quindi siamo unite dall’esser qui

a goder compagnia mai superficiale

senza che il tempo possa spezzare

il legame creato dall’anima.

Possa tu esser presente per tutti

con la leggera ala di farfalla

che posa il suo esserci…cosi’

libera…vitale…nonnina vera

la mia Francesca a cui porgo…grazie.

 

 

  (336)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag