Gioco…

Gioco con la mia ombra

che mi riflette di verita’

tra il pensare d’attimo

se io sono ombra o me.

Combaciano per ora

le immagini dimensionali

d’una trasmissione esatta

nelle due figure frapposte

l’uno e l’altra…esattamente.

Le onde che arrivano

non cancellano l’ombra mia

che pur se bagnata

resta li’ a dimostrarmi

quanto sia reale la sagoma

che riconosco come mia.

Mi diverto ad osservare

quanto e’ li’ il riflesso

…vuoto di corpo

ma…pieno di sostanzialita’.

Chi sei ombra

cosi’ liberata da dolore

cosi’ sgombra d’affanni

cosi’ libera d’esistere

e…chi sei ora…tu

nel corpo e nell’anima

con l’umanita’ che ti fa

nel principio di vitalita’

quando ti sovviene all’improvviso

quel guizzo d’idee e di moti

cosi’ che tu possa solo essere…

 

  (215)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag