Anni luce…

Lontani…anni luce

da quelle ascese altre

oltre le quali s’inerpicano

le lontane fattezze umane

totalmente immerse nel dolore

di…neanche appartener a se stessi

per quel feroce ostacolo vero

quasi mostro che…voracemente ingoia

…lo strato massificato

della vigente paura d’essere.

Lontani…anni luce

per salire gli strati consistenti

d’una presa visione globale

per poter accedere all’essenza

d’una eternita’ che e’…bloccata

da quell’errata posizione iniziale

dentro la perdita totale di se stessi

attaccati al senso comune dilagante

che colloca la non identificazione

come…un arrivo e…non piu’…conquista

d’un mondo altro…in un modo altro

tale d’aver potere e non…sudditanza

di fronte alla distanza cosi’ ampia

che sovviene cosi’…un retrogusto amaro

perche’ il dolore s’individua fortemente

…nel mal di vivere sostitutivo

d’una realta’ diversa…sconosciuta

che non e’ poi cosi’ lontana da raggiungere

se…si volesse un po’ sostituire il presupposto

che…cio’ che e’ lontano e’ in realta’…vicino assai…

 

  (177)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag