Le ali del pensiero…

Un piccolo veliero

senza fazzoletti ammainati

…dondola sull’acqua

in quel placido fermo

che nel suo cadenzare

pare aver acquisito

…quell’equilibrio facile

che mai si raggiunge solo

nei pesi della realta’

che tendono a rendere arduo

la stasi del movimento.

Non c’e’ contrario piu’ logico

qualora anche le ali del pensiero

…poggiano in equilibrio

con tanto acquisito d’esperienza

che pare quel punto raggiunto

…gioviale di sinapsi dominante

da un’energia complessa

che…comunque fa parte di tutto.

Declassare la forma ottimale

in apparenza che…mai combacia

pare sia il gioco da scoprire

indi poter star bene cosi’ com’e’.

Fermi o in movimento

e’ il riempimento oggettivo

d’una condizione acquisibile

nel sempre…che resta sovrano

nel veliero…che e’ li’ e funge da riflessione

nel me…che e’ fermo ma…si muove

attraverso cio’ che tutto forma…

 

 

  (272)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag