Nel recitar…rabbia.

La recita è un gioco

…a volte proprio da poco

quando si massacra se stessi

…con costante impegno

ne esce un personaggio

non da applauso

…ma da pomodoro.

E sì…si può sul palco

dove sei burattino

…non burattinaio

avere la pretesa

…di bravura

avere la falsa idea

…d’esser grande

aver la certezza sempre

…di coerenza

avendo imparato bene

…la parte

studiato pause ed…intonazione

osservando l’arroganza di gesti

in quella boria di vincente

in quella mascherata d’espressione

ecco…a doppio di diventa

…pagliacci tristi

fuggitivi di verità

intrisi di solitudine

impastati dentro la superficie

in un mare infinito

…d’esistenza spreco

si vive…tanto per vivere

si respira…tanto per respirare

si svuota la recita..della vita

…della sua sacralità intrinseca.

Si è burattini mossi volontari

da se stessi…con rabbia.

E’ proprio rabbia…

  (388)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag