Nel 2008..


Quanta solitudine

e..altrettanto egoismo

affianca l’uomo d’oggi.

Più parlo con le genti

più vedo lacrime d’amaro

sgorgare da occhi tristi.

Nelle famiglie è una voragine

in quello stare insieme

troppe volte apparente

e poi…dormire insieme

..due corpi abbandonati a sè

senza un benchè minimo d’unione.

Anche lì..tra le coltri

abbandono di solitudine

e…basterebbe così poco

cercare in un abbraccio..calore

..allungare una mano per una carezza

..abbracciarsi d’amore

..cercare la comprensione e l’affetto

anche senza sesso

ma..sentire che l’altro c’è è lì per te.

Solitudine è amica

..nei sogni agitati cercando

..negli incubi d’agitazione perdersi

e poi..stare lì ad occhi aperti

aspettando il giorno in fretta

rimettersi la maschera e..saltare

in una giornata nuova di sè

c’è il vecchio..il perduto ch’era

nell’abitudine di non essere mai

e..guai a pensare

giammai…scappare. (329)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag