Una borsa celeste assai.


Ad una fermata d’un metrò

la mattina presto

frettolose vanno le genti

con uno sguardo perso

perduto nel vuoto dei pensieri.

Gli occhi sono assonnati

in quel grigiore di prima mattina

ma c’è una…tra di loro

con una borsa celeste del cielo.

Solo lei ha negli occhi il lasciato

…mare e luce schizzante

in quel lontano paradiso

…solo lei tra di loro

stona nel grigio

con il segno del colore

e..ridono lo sa..li sente

commentare il pugno dell’inadeguato

quasi che…a forza

tutto dev’essere di classe

e…quel blu beh…è proprio stonatura.

Lei è fiera d’aver scantonato

e..felice d’essere libera

e di portare una borsa blu..anzi celeste

e…non importarsi s’è giusta

e…guardare il mondo

ascoltando quel grigiore di ferraglia

ad una fermata maldeodorante

con lo stridere di freni bloccati

ad una fermata di gente triste

colma d’una solitudine infinita

d’un mondo diventato cosa

senza spazio

per…una borsa blu anzi celeste.

 

  (409)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag