Dentro noi..


L’infinito non è afferrabile

eppure…è tutto dentro noi

pigiato e..sconosciuto

venduto e..mercizzato

nascosto..eppure c’è.

Si gioca a nascondersi

e..quando pigia dentro noi

subito lo cacciamo via

spaventati di possederlo

quasi brutale di quanto esiste.

Aprirsi ad esso

è spaziare di noi la parte bella

non la parte maledetta

ma..quell’essenza d’un desiderare

e..prendere per sè la sensazione

che è sempre pronta ad esplodere

come uno squarcio di tuono

nell’infinitezza della pioggia.

E’ tonante l’infinito

eppure..silenzioso oltrepassa

quei limiti messi a barriera

per difenderci come guerrieri

mentre…la guerra d’esistere

prevale come un fulmine

lucente e..serpeggiante

a deviare il percorso personale.

Piangiamo con la tristezza

come una pioggia

dopo il tuono ed il fulmine

mentre di noi

resta il bagnato d’una esistenza

al ritmo dell’infinito d’ognuno

irripetibile..di noi.

  (615)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag