Eppure è così presente…

Pioggia d’inverno

che rende la sera

un pò diversa

come tornare indietro

con una cinepresa

e ascoltare solo il freddo

che avvolge nel vento

e nel suo impeto travolge

l’intorno nel suo soffio.

E’ la bufera dimenticata

come un dolore che è lì

a far squarcio dentro

quando lo rincorri

e nel lontano sembra diverso

specie quando si intrufola

nell’aprir ferite già chiuse.

Il dolore è così

devastante quanto basta

deludente quanto è negazione

grigezza quanto è oscuro

e poi ti fa grande…all’improvviso

e poi ti fa capire…nel lampo

quando si perde quell’illusione

che pur era presenza reale

per quanto volevi credere

per quanto volevi sognare.

E’ l’inverno freddo…il dolore

eppure è così presente

in ogni mancanza

in ogni negato…

  (789)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag