Avevo smarrito…

Avevo smarrito l’anima

come sprofondarla nel pozzo

non dei desideri

ma della mente

che sempre prevarica

quel che natura vuole.

La mente puntigliosa

come quella mia

qualche volta vuole sapere

perchè sconosciuti irrisolti

che non ci compete conoscere

…per il mistero racchiuso

dentro il profondo personale

sono lì dentro te a bussare.

Si sotterra la vita

per morire e poi volerla ancora

come un ulteriore dono

che cerchi di tener presente

ogni volta che c’è emozione

ogni volta che c’è gioia

ogni volta che c’è abbandono

e mai sapere perchè

poichè rispondere significa

lasciare l’anima affogata

come una realtà che non è nostra

d’una densità di sogno

poichè non puoi fermarlo

quando dal buio presenzia

trascinandoti al mondo d’anima

dove non esiste il limite

dove puoi essere senza ostacolo… (314)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag