La grande stranezza…

La grande stranezza

è l’intricato profondo

che appartiene ad ognuno

diversità e ineguaglianza

è l’unione o disunione

dei varii comportamenti

che somigliano all’unico

che solo di quella soggettività

non potrà mai appartenere

ad un consimile d’umano.

Si cerca nel groviglio

ciò che potrebbe accomunare

le tematiche molto generiche

che sfiorano di poco

la realtà che è ogni unico.

Ogni unico è per sè

…è solo per sè

non può che essere

…nel non essere

che fa parte comunque di noi.

Quell’aleatorietà non è visibile

nelle sfaccettature d’un divenire

che potrebbe rimanere in potenza

mai diventare atto dell’essere.

Ciò che potenzia l’azione d’esistere

è relativo ad altre misure

è progetto d’altro divenire

che non si può assolutamente

addivenire ad una certezza

in quei modi che conosciamo

dentro lo sconosciuto che è in noi… (281)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag