I morti…


Davanti alla vita…in me

io…voglio dire grazie

a tutti i morti

che..mi ricordano d’esserci

che…mi urlano..vivi ora

che… sorreggono sempre

quando..la mia umanità..toglie mete.

I miei morti hanno insegnato

…con tanto amore

quanto valgo e..quanto esisto.

Grazie a voi

…sono quella che sono

grazie a voi

posso sentire l’attimo

…rendendolo pieno

…porgendolo con amore.

Grazie a voi

ognuno di noi… è

solo che..la pochezza umana

ce lo fa dimenticare

ci fa perdere di voi il dato.

Anche il non avuto

…è ricordarsi di prendere

…è rimettere in gioco le possibilità

…è prendersi la vita

perchè noi veniamo dalla morte

siamo morti se ci chiudiamo

anche se..il filo che conduce

è…vita per la morte

e…morte per la vita.

Il filo conduttore della vita

…passa dall’identità

e…la nostra è la morte.

Noi veniamo dai morti

…quelli del passato

…quelli della nostra storia

e…alla fin fine

i morti ci rappresentano

ci dicono chi siamo

con un nome da rispetto

con un mestiere da tramandare

con un cuore d’ascoltare.

In tutti c’è l’essenza

…di ognuno di loro

noi..siamo quei morti

che non ricordiamo

che non innalziamo

…ad una gloria meritata.

Tutti quelli che hanno dato

fonte di sapere o di dare incondizionato.

Tutti quelli che non hanno dato

dalla certezza dell’oscurità loro.

Siamo sempre noi

…ci appartengono

e…non basta un giorno per pensare

a quanta radice

arriva al di là

di quel che potenzialmente siamo

…vivi e non pensanti.

  (312)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag