Infinito…

Infinito che…mi possiedi

regalo d’un appartenere

alla consapevole ricchezza

di possederne tutto il dono.

Infinito che…mi meravigli

ogni volta e…sempre

come fosse la prima volta

che abbandoni dentro me

come fossi il mio respiro

mentre vivo in piena.

E’ un traboccare d’estasi

quando la musica dell’infinito

s’infila sinuosa e prepotente

prendendo corpo dentro

regalando simbiosi d’eternità

che l’attimo…è durevole

…trasportante solo silenzio

da cui s’erge raccolto d’emozione

in quell’andare dentro l’invisibile

…rendendolo parole.

L’invisibile è questo venticello

che accarezza di consapevolezza

anche se è vento e…la trasparenza

…è palesemente vera

che…in quell’esserne trapassati

nemmeno t’accorgi di quanto è

…limpidezza con te stesso

immemore di tanta consistenza

che…come il respiro

…è dentro te.

  (504)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag