Quattro mani…

Dal mare…quattro mani

…accovacciate cercano

pietruzze di forma e modo

come se…dentro la forma

come se…dentro una certezza

ciò fosse quella coerenza al di là.

E’ la sicurezza

di prendere seppur da un gesto

…l’abbraccio mancato

in quella fame d’altro

che accomuna l’umanità.

Dal mare…quattro mani

quattro occhi…due sguardi

attraversano la trasparenza

nell’attesa d’altra acqua

quella vitale dentro l’abbraccio

quello che fonde oltre noi

nell’essere…nel non essere

nel ci sono…c’è…ci siamo.

Forse è un amore

forse è pietruzza che chiama

in quel toccare la forma

c’è toccare…l’invisibile

come se fosse l’inizio

…la pietra d’un monumento

quando l’inverno sarà

…il ricordo di trasparenza

che è diventato certezza

…da quattro mani

…da quattro estremità.

  (639)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag