Impotente io…

Ancora divenire sensazione

nella sazietà dei pensieri

che vogliono presenza

come scavare nell’ignoto

trovando un emozione che affolla

unita a me intreccio di solitudini

allorquando vivo senza riposare

…la mia anima vaga

raggiunge dimensioni ancor più grandi

e poi…piango perchè è troppo.

Sentire a pelle…dentro

la sensazione d’un partire

su vette inesplorate del sapere

nella consapevole arresa d’esser qui

solo a capire dentro la testa

le cose che sono trasparenti

che ondeggiano nella musica

in un intreccio di cinguettii

dolce compagnia che fa festa

che mi fa sorridere d’amore.

Accarezzo l’aria…impotente io

afferro l’arresa e la rendo visione

in un modo un pò diverso

sono felice dell’aria mia

sono felice per il dolore e la gioia

d’appartenere un pò più a me

e…sconfinata nel perdermi

abbraccio la mia essenza tutta

invisibile e pur vera

è gioia … è dolore

…è troppo prendere… (309)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag