L’aprente realtà…

Se…l’essere umano

fosse come il mio cane

che ora è accucciato

quasi entrante nella certezza

…volendo coccole

pretesa d’una appartenenza

dopo l’abbandono subito

che ancora dopo anni esplode

nei momenti speciali

dove cerca spasmodicamente

…amore.

Mi guarda con occhioni

…appassionati

…parlanti

e vuole solo carezze

quasi si brucia innanzi alla stufa

s’arrampica…mentre scrivo

e vuole e..chiede

carezze che io porgo volentieri.

Se… l’essere umano

prendesse questa consapevolezza

e…chiedesse amore

troverebbe certezza d’esistere

come e meglio…d’un cane

e…sarebbe un bell’arrivo

…quell’amore affamato

che ognuno chiede e porge

in quel bisogno che è voragine

è…la fame di dare ed avere

non è limitante ma aprente realtà…

  (278)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag