Luglio…lo ricorderò…

La testa imballata

da un esame preciso

l’ultimo…pare

l’ultimo che è…fine.

Sono stanca davvero

d’imprevisti normali

che…nella tensione

diventano mostri grandi

da cui sei piegato

da cui vorresti scappare

e che…come una morsa

son lì a spronar pazienza.

Sull’orlo infame

di giornate così preparate

d’un sapore amarevole

d’una guantiera non dolce

…eccomi qui

a seguire l’onda momento

che non mi travolgerà

questa è certezza

poichè son tenace d’intento

e seguo la mia strada

…la maestra

quella che conduce preciso

al mio posto speciale

nel nulla…nel poi

nell’ora…nel dopo

non ha minimamente importanza

resta solo e ancora

…riuscire a parlare

ancora con me…nonostante…

  (2307)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag