Cinque minuti…

Una cena d’impegno

per cinque minuti di cibo

di tanti…cinque minuti fatto

nel lavorio di…bella figura

per il piacere di un dono.

Cinque minuti

è…Vito di Torino

così preoccupato del corpo

quasi uno di Sparta

che è stato così manovrato

…nell’arte di muscoli scolpiti.

Vito…pensa sempre

…alla sanità del corpo

come un obbiettivo preciso

che lo ha reso anche pulito

in quel rigore che ha

verso se stesso di sicuro.

Il corpo sano diventa

principio di lavoro e vita

nel suo percorso impervio

in quell’apparenza nascosta

dietro la perfezione di muscoli

in armonico da esibire

come fosse…il suo richiamo

nel rigore che s’infligge

…il grido interiore

che…nasconde

dentro una fragilità palese

che allontana di forza

…quasi che fosse l’esibirla

un’ onta da combattere…

  (1145)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag