Vivezza…

Il mare movimentato

è…il costante ondoso

che si avvicina veloce

quando è…più intenso

quel ritmo antico

misura di altro.

Il movimentato schioccare

è mosso da vento leggero

nell’argentato soffuso

che…ricolmo di sè

sembra cullare l’animo.

Chiudendo gli occhi

riempiti da infinito

s’allarga magicosa dolcezza

quasi abbandonato

è il corpo ingombrante

senza specifica sembianza

diventa quella leggerezza

nel lieve assaggiato

la grandezza che s’infila

…sinuosa di fascino

quell’emozione d’attimo.

Vorresti aumentarla

come un gesto alzarne tono

quasi fosse un bottone da pigiare

che potesse trasformare

come l’eco interiore

che s’apre di se stesso

in quella voce allargata

che è dentro te vivezza…

  (514)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag