La spenta barca…

Una barca ondeggia

…col suo albero sploglio

senza vela che vibra

di vento che spazza.

E’ l’uomo…così sembra

irto di presenza

nella sua visibilità

ma…non vibra di vento

ma…non sente la vita.

Quanta solitudine c’è

nella barca spenta

e…nell’uomo spento

uguali nell’essere

per…non essere.

Ora gira su se stessa

mossa da correnti invisibili

e gira dando solo spettacolo

d’una linea perfetta di scafo

…sinuosa e principesca

sembra una regina coi raggi

che giocano a colpirla

stagliandola come immagine

e…l’uomo così grande

è lì…a guardarla dalla riva

sentendosi lui il re d’un creato

non più immagine di bellezza

devastato da potenza d’inutile.

E’ solo più del veliero

non ha più il vento nell’anima… (274)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag