Annaspa…

Annaspa il rumore

…d’un motore che cadenza

la percorrenza dentro onde

…spaccando il silenzio

nella quiete di ritrovarsi.

Il grigiore del mare

sembra talismano

per quanto infonde

quella strana piattezza

nell’irrompere di grida.

Sono gabbiani tremanti

alzati nella grigezza

che imperano nel grido

come provare l’esistenza

in quella pienezza di dolore.

Planano maestosi

nella spazialità padroni

confusi tra su e giù

di quanto simile è il colore.

Si beano i miei occhi

e oltre il senso di me tutta

ne afferro altro

come un tremito con loro

in tutto quel dolore urlato

che si libera nell’immenso

pulendone l’angoscia

che devia da sè per diventare

…gioia infinita

come la medesima radice

…accomuna

quel dolore e quella gioia

che si annullano nel grido

che si annullano in me

…con le ali mie. (331)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag