3 marzo 2oo8…

Vorrei a volte rabbiosamente

concedere ai miei pensieri

quella sosta che è riposo.

Vorrei a volte pacificamente

possedere magia d’intenti

quella che potesse donare.

Vorrei a volte ridere forte

di me,di te,di noi,di tutti

come suggerire quanto è bello

e vorrei a volte piangere di più

per prendere l’ingiustizia e il male

e la pochezza e il marcio

soffocandolo nel mare di me

come una fiabesca possibilità

che so quanto è sogno

che è illusione ma non arresa… (291)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag