D’un cuore che…

La risacca è schioccante

…d’un sordo movimento

che penetra negli anfratti

d’un cuore che ascolta.

Il mio orecchio

…abituato all’ascolto

d’un oltre delle minime

sorde e placide estensioni

…di suono canzone

affina ancor più

come una specie di radar

che…oltre l’udibile

prende altre frequenze.

Il grido di gabbiani

alti…dietro montagne

…un fischio di treno

che sembra sfondare l’intorno

…un’onda più alta

che infuria di pensieri

come fosse umana consistenza

in quell’esprimere se stessa.

Che dire d’ascolto

col vento leggero che sposta

salsedine nell’odorato

che fine…s’allarga

come fosse l’assaggio

d’un profumo oltre freschezza.

La marca del profumo di mare

…non è pubblicizzata

ma tutti conoscono

…l’essenza del mare.

  (391)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag