Torna a casa…

Il peschereccio torna

nella baia che l’aspetta

come fosse la sua casa

con un motore lento

…s’avvicina

e…spegne tutto

rifugioso di riposo.

Quasi applauso è l’approdo

ritrovando il posto suo.

Sembra una persona

in quel sentire gioia persino

d’esser arrivato finalmente

al suo felice spazio.

Sembra una persona

io che lo guardo borbottare

con i motori rallentati

fino allo spegnimento pacioso.

In un mare specchio

si riflettono le ombre

di marinai stanchi

affamati di vere mura

e di calore d’abbracci

quando si recheranno ognuno

ad ascoltar gli affetti

ad assaggiare gusto

in quell’odor di cibo

che pervade la cucina

nella bontà di chi ha preparato

un bel pranzetto appetitoso

nella festa del lavoratore

che arriva a casa ed è felice… (417)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag