Incolmabile…

Credo alla solitudine

…d’un mondo disperato

piegato al potere d’irreale

credendo, che sia vero

quel grande grado d’impotenza

davanti a quel vuoto interiore

che non si colma mai.

E’ la ferita inflitta

in quel fuggire ad oltranza

da se stessi di sicuro.

Incolmabile fame d’amore

che è l’unica pecca d’unione

mortificata d’anima

nell’incapacità d’essere

per lo meno consci di sconfitta

nel perdurare continuo

di insensatezza esistenziale

che non arriva a disincantare

la pretesa d’esser felici.

Inconsapevole viaggio

è la conquista d’un materiale

che offende la pelle persino

d’un animale selvaggio

piegato all’addomesticato

scambiando civile connubio

tra il fare e dire

mai combacianti ad amore

nel trottolare girando

senza più potersi fermare

presi dal potere pretesa

d’esser pure umani… (340)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag