Come si fa…

Come si fa a non esser vivi

…di vivezza

come si fa a non esser uomini

…di anima

come si fa a non esser afferrosi

…d’infinitezza.

Girare l’anima per punirla

…d’esser così meravigliosa

d’esser così presenza

d’esser così…com’è

…è mortificare l’uomo

…è seppellirlo da vivo

…è ucciderlo prima dell’ora.

Girare come una manopola

…accesa o spenta

è l’ingiustizia con se stessi

per quell’ingratitudine sentita

…di non esser degni

d’uno specchio così cristallo

pulito…vivido dentro emozione

candido…purezza dentro gesti.

Come si fa a spegnersi così

come candele consumate

come spreco di vita buttata.

Come si fa a non gloriarsi

di tanta bontà che ci governa

sepolta da ceneri di pianti

avviliti da dolore di solaggine

con le ecchimosi nell’anima

che guarisce sempre…ogni volta

che permetti a te…d’essere te.

  (512)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag