L’ansia lievito…

Con i cassettini chiusi

d’una memoria ben lucida

cerco d’aprire qualcosa

scavando nel lontano assai

…per scrivere forse

un libro carico di me.

Mi basterà una notte

schiacciata su di una tastiera

per rendere l’idea frullante

già con un titolo evidente

che sarà davvero bello

…esprimere

questa volta in prosa

questa analisi che lievita

e che…mi toglie sonno

nell’ansia del mio segno

che seguita a bussarmi forte.

Le apro la porta

e le dico…ben tornata

accomodati amica mia

…di quella testa ragionante

che “spullica” i perchè sempre

scovando l’invisibile

da tanti minimi presenti.

Le apro cuore

e le dico…sta calma amica

lasciami l’anima a pulsare

e torna da dov’eri

…lasciandomi,la pace

con le mie sinapsi faccio dialogo

ma con la mia anima vado via

e poi…ritorno…come sempre…io…

  (314)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag