Come mare…

Il silenzio è così mio

che…il bisogno d’averlo

…stretto dentro me

è benefico che arriva

a lambire come mare

le sponde della mia anima

come la conquista è

quell’avvolgibile che s’inerpica

come fosse l’affanno dei pensieri

che vogliono sollievo

che vogliono spegnersi

ed ascolti solo te.

Frammezzato è il mio spazio

da canti d’uccellini

che insieme emanano parlottii

quasi colonna portante

nell’ascesa di pienezza

che fruscia nella pioggia

costante di pianto

su di un mondo così distratto.

E piove di ritmo

nel diverso d’un intensità

che si frappone all’infinitezza

come silenzio carezzevole

dove accuccio me stessa

piena di calore effuso

che sembra e dà clima amorevole

verso l’inspiegato che è aprirsi

al silenzio dell’eterno

che non è sconcerto per quanto è

…solo se stesso.

  (457)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag