Eureka!

Scrivere miliardi di parole

che sembrano inseguire

logica puntigliosa

negli ammenicoli di fili

che nel circuito giostrante

girano e girano senza posa

in quell’accedere ai perchè

che trasportano gli atteggiamenti

esplodendo poi nella creatività

che sembra accrescere di risposte

che sembra quell’idea geniale

nell’aver catalogato materia.

Si piega quella materia

incontrando l’emozione

prorompente nel vortice

quando si raggiunge l’eccellente

ed improvviso il giro di giostra

sembra reale di cavalli allegri

sembra reale di carrozze fatate

e giri riprendendo lustro

nel girovagar d’emozione

che ha acceso luci di certezza

nella densità del gioco bambinesco

che ti fa tornare quello ch’eri

ignaro di potenza…ignaro di potere

solo affiorato d’inseguire poi

quell’aquilone di libertà

che alto si prende il vento

mentre lo sguardo corre

a riprender se stesso di corsa… (1099)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag