L’abbandonarsi…

L’abbandonarsi allo sciacquio

…del tuo ritmo vitale

in quel respiro persino

così denso di vita

ascoltando ogni vibrante

che attraversa il tuo io.

L’abbandonarsi alla ritmicità

di quella rincorsa pazza

dentro la piena futilità

che ti fa non essere mai

ci? che sei veramente

rende il non sapere…ucciso

ogni volta che non provi

quanto innato equilibrio

c’è nell’abbandono di te.

S’annaspa nella paura

negante soltanto la pienezza

d’una dignità personale

che è lo spessore d’ognuno

in ogni azione che fa

in ogni ferita che infiera

in ogni negarsi che si dona

in ogni disagio che disturba

l’incoerenza d’un moto naturale

che è l’equilibrarsi al ritmo

…al proprio ritmo d’anima

che c’è…è lì…nell’ascolto

nell’unica parte vivente d’eccelso

in quell’eccezionale riempitivo

che è amor di vivere…

  (501)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag