Se potesse…

Occuparsi di se stessi

…imparando l’amore

ogni giorno crescente

per quel riprendere un punto

che avevi scansato

preso da faccende terrene

preso da elemosina di te

è accorgersi d’essere

tu stesso…amore

che…profuso dentro

…s’espande

in quell’emergere di vittoria

che sembrerebbe sconfitta

per quel chiudere te stesso

…tra le tue di braccia

conscio di possedere

un tesoro interiore

che rimane comunque lì

ad appassire energie

piegato…spaccato

quasi così conservato nel chiuso

che è consapevole d’abbruttimento

quasi che comunicare

fosse soliloquio inutile

per quanto invece è utile

se potesse essere carpito

quel senso d’unicità

appartenente a tutti

che rimani intristito

dalla cecità universale

nel grande simile così

…al piccolo. (430)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag