Quadretto…

A gruppi poggiati

…vicini vicini

galleggiano bianchi

che…distingui di loro

solo il vocio che s’espande.

Sembra un gioco tramante

come un’ulteriore riprova

…dell’unione compatta

che certo non è d’umana posizione

quasi a creare nel centro

d’un mare agitoso

un agglomerato vivente

dentro leggi di natura

a noi sconosciute.

Galleggiano principeschi

mentre il fragore del mare

lo sento …non vedendolo

ma dello scrosciare violento

l’identifico di rabbia

nel tempo che cambia

portante invadente indecisione

così che…questo raggio di sole

assume regalo ancor più prezioso

perchè l’attesa è vera

succede sempre qualcosa aspettando

negli inevitabili cambiamenti

che accompagnano sempre

le cose del mondo umano

mentre i gabbiani uniti

son lì felici…come un quadretto

…d’amore.

  (322)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag