Nascondendosi…

Il silenzio confortato

da musica interiore

nell’ascoltarla tacitamente

è l’afflato di simbiosi

con la cavalcosa ondata

di dose sfiorante

tra gioia e dolore

degli spazi sconfinati

del tuo ascoltare anima.

E’ dolcezza soffusa

che dalla penombra

proietta qualla speciale attesa

di qualcosa distraente

che ti porti a non soffocare

…dentro te stesso

la dolcezza tenerissima

verso il combattere altrui

che cerca di rispondere

alla vita fuggendo

nascondendo se stesso

piegato…combattuto

reso schiavo nelle mancanze

d’un ritorno alla vita

d’un ritorno alla bellezza

condensati nella frequenza

quella altissima che emerge

e che fa desiderare vita

non morte negli addii

quando anima è soffocata

nell’abbandono di se stessi… (315)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag