Proprio da…

Infinito a cui devo

e…voglio inchinarmi

sembri corrispondermi

in quell’emozione cantosa

che comunque si crea

fosse quasi il legame

tra il toccabile interiore

e il toccabile di sensazione

quella amorosità di sensi

che crea afflato invisibile

allorquando la sensibilità

che ci accomuna

sembra tutta piena

anche se è solo esclamazione

il giubilo di prorompenza

che si allarga nell’infinito.

Specchio di me stessa

l’anima sembra colorarsi

proprio da trasparenza

proprio da impalpabile

che sciorina gocce

come panno steso al sole

la mia corposità s’asciuga

plasmata da gocce d’immenso

che dall’infinitezza abbracciosa

risponde di mutezza parlante

risponde di battito d’ali

quasi che l’esplosione interiore

potesse così volare

ed andare dove vuole essere…

  (339)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag