E’ più facile…

Giornata progettista

nel progredire in avanti

non come i gamberi

… all’indietro.

Progettualità del nuovo

come se dovesse esplodere

un sorprendente proseguo

…riempito di luce

nello specchio simile

ad un’interiorità sprizzante

nella vitalità d’esserci

…non nella speranza

nell’altrui che è negante

ma…poggiata saldamente

sulle mie possibilità

di risorgere dalle apparenze

dentro una mediocrità

…che non riconosco

…che non deve sfiorare

il mio prospettarmi specchio

d’una sicurezza interiore

non scambiabile certamente

con la direzione che non voglio

quando si finge d’essere

ma in realtà si è ottenebrati

da insuccessi causati da comodità.

E’ più facile non scegliere mai

è più semplice non volere futuro

è più comodo non esprimere desideri

così si può vittimizzarsi tutta la vita

incolpando il fato mai se stessi…

  (767)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag