Di me un pò…

Nasco di me

come il nuovo emergente

che trova strada lento

e poi m’esplode dentro

in questa creatività continua

che non pilotata da reale

sembra espandersi di creato

allorchè questo lievitare

d’interiorità meravigliosa

mi si espande di pace

come fosse in me

il continuo d’altra me

riconosciuta da un egoità

che fine a se stessa

si placa subito di flutti

nel movente essere o meno

che da pezzettini digeriti

sembra essere poi…torta

soffice di pannosità

alta di crescita

dorata da cottura ottimale.

E’ una gustosità interiore

che annulla ogni gusto precedente

come se…per la prima volta

assaggiassi di me quel nuovo

che era silente ma costruttivo

che era pathos ma dolore attivo

come se…dentro ognuno

fosse quel credere in se stessi

quando la pace è gusto… (236)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag