Col canto dentro…

Riempire un buio

che muore piegato

desiderando…il piegato

desiderando…il fuggire

desiderando…l’esser vittime

quando questo richiamo

cos? imperante rivoltoci

ad ogni risveglio così tenace

nei mille motivi intrecciati

dentro al risveglio cinguettante

così musicale di gioia

è la scuola che ci insegna

quanto il canto d’ognuno

è proprio da squarciare dentro

per quanta gioia c’è intorno.

Ogni mattina…io ascolto

il canto del risveglio intorno

che soffuso diventa oracolo

in quell’imput che mi eleva

ad esser anch’io degna

d’esser qui…per cantare

d’esser qui…per esserci

d’esser qui…per il pieno di me.

L’anima s’espande nel respiro

nella carezza d’un canto ch’apre

la mia musicalità interiore

e rido tanto nello sguardo

mentre piango d’inspiegato

che è gioia espansa di lacrime

quando vorrei urlare al buio

di tante solitudini piegate

di svegliarsi col canto dentro… (422)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag