Cinto…

Il celeste sì chiaro

sembra immobile assai

quasi che d’improvviso

si fosse chetato l’inverno

d’una giornata odorosa

che profuma di primavera.

Il celeste sì chiaro

sembra aprente di doni

dall’arietta sottile che sfoggia

quell’innegato ricordo vicino

d’un freddo ancora presente

…la sera…poco fedele al giorno

che invece richiama il sì chiaro

in quei palpiti che sfiorano

…la natura che s’apre

festeggiosa di fiorellini gialli

che ai lembi di viottoli

circondano il passare distratto

quando immersi di superficialità

neanche t’accorgi che sei cinto.

Cinto di gioia

…cinto di colori

…cinto di odori

che nel passo incidono forza

come se la forza di sguardo

…destato all’intorno

potesse portarti rapito

nel modo del cambiamento

che tocca anche te

da distratto diventi desto…

  (522)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag