La valanga…

Parlare…parlare…parlare

per non dire mai chi sei

in una valanga di parole

rimane il nulla

quello che ti rappresenta

ogni volta che non sei.

Se io non sono mai

…ciò che sono

non esisto…sono l’ombra

sono sembianza di parole

che come un clichè

mi rendono un oggetto con voce

ma che cosa dico non è verità.

Il bisogno di fuga

è così palese

in quell’espressione vaga

di sorriso stereotipato

stampato su occhi spenti

e…richiesta d’amore

come un bambino che s’agita

per quel rimprovero che aspetta

e che lo rendono amato.

Se c’è il rimprovero sei amato

se sei così…l’ombra di te

in quel sembrare nel sorriso

nelle parole parlate e parlate

…disperdenti solo

c’è quella valanga che travolge

che ti arrotola di non senso

che ti rende palla di parola

e parola…e parola…e mai silenzio…

  (370)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag