Cibarsi d’anima…

Cibarsi d’anima

…come ultimo respiro

è morire d’amore

nell’intrecciar lungo cammino

…il gusto d’esserci.

E’ il consistente soffuso

che riempie come aria

polmoni respiranti

mentre l’unicità è vivere

con l’emozione il respiro

con la sensazione d’un prendere

…l’afferrato tra le mani

e riempirlo di te.

Riempire di te il respiro

e poi girarsi perchè è troppo

e poi punirsi perchè è tanto

e poi pensare perchè è…ti frena

ripiombo nel buco d’inutile.

Cerca l’umano di fustigarsi

con lo scudiscio del dolore

che incide solchi all’anima

nella fame di possedere

quel cibo a profusione d’interiorità

che affanna ancor di più.

Più il tutto e lì per te

più ne vuoi è lì per te

più fuggire è non pensare

più non si ama davvero

come un click oscurante

che ti lascia al buio dell’anima…

  (1311)

2 thoughts on “Cibarsi d’anima…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag