Halvin…

Forse dall’empatia che c’è

tra me ed il mio canuccio

le persone mi raccontano

la storia del loro viaggio

con le loro anime di storie

che sembrano uguali

nell’intensità d’amore

…profondo legame

che è l’uomo ed il cane.

Halvin solo pochi giorni fa

soppresso alla vita

scavalca il suo legame

come se dalle parole

tornasse a leccar il guscio

di quelle anime amate

che ora piangono per lui.

E’ accostarlo all’umanità

quel pianto di mancanza

che è la quantità incondizionata

d’un per sempre…fino alla fine

mentre occhi di languido addio

si chiudono al mondo terreno

si chiudono all’amore giocoso

fatto di solo gioia infinita.

Non piangere padroncina

riempi il mio vuoto

con altro amore da cercare

dentro e fuori di te

che io ti ascolterà dal mio paradiso

fatto di guaiti d’acclamazione

per l’uomo che sa amare

per l’uomo che può amare…

  (874)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag