Tal dei tali…

Ancora protagonista

… è il sole alto

nella lucentezza opaca

che rimane d’un finire

nel giorno che sparisce

facendo posto regale

alla notte buia e fonda.

Dormienti nel dimenticare

quella collocante perdita

sprofondata nei sogni

sempre padroni incontrastati

d’un inconscio vivo in sè

che ributtiamo al risveglio

nella vestizione d’apparenza

che ci appartiene di comodità

per non far mai spazio

a quel disturbatore di misure

che tante volte non “c’azzecca”

con ciò che è evidente fuga

dentro strati sovrapposti

mai trasparenti ma reali

che rendono il singulto

come una stretta ulteriore

sapiente d’unicità distinguente

che va al di là di ciò che è

dimostrabile illusione

d’esser tal dei tali

ma che in realtà non lo è

nel nulla universale

che ci rende il nessuno di turno…

  (663)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag